login
  http://www.patroneditore.com

via Badini 12 - Quarto Inferiore - 40057 Granarolo dell'Emilia - Bologna
Telefono: +39 051 767003 Fax: +39 051 768252
P.Iva IT00599901204 - Registro delle Imprese Bologna 03162660371

  La rivista
  Come acquistare
  Cerca Articoli
  Come contattarci
  Le nostre Riviste
  Libri
  ISSN: 2240-3604
Anno: 2011
Numero: 0
Fascicolo: 0/2011
Prezzo: 0.00 €
Rivista:
TECA
Autori:
Vecchini S. 
Articolo:
Leggere al confino di polizia. Fonti e studi
Abstract:

Dal carteggio dei coniugi Paolo Betti e Lea Giaccaglia (1922-1935) e da altre fonti si profila una ricerca sulla lettura al confino. Lontano dallo stereotipo del Ģlettore-militanteģ, libri e biblioteche nei luoghi di reclusione si rivelano cosė una forma di lotta al fascismo. L’attivitā culturale degli antifascisti ha permesso di superare la visione del libro come mero strumento consolatorio e di fare della formazione attraverso la lettura uno strumento per la rivendicazione del proprio credo. Dalla fonti considerate emerge la ferma volontā di auto-formazione attraverso i consigli di lettura, una pratica la cui analisi andrebbe approfondita ed estesa ad altre tipologie di lettori, per meglio comprendere i diversi significati assunti dal libro.

Reading in relegation was a form of education and political self-identity empowerment rather than soothing, as appears from correspondence between the couple of Paolo Betti and Lea Giaccaglia (1922-1935) and other sources. Libraries and books in prison were part of the antifascist fight. Reading advices in prisoners letters should be compared to letters of different kinds of readers for a better comprehension of what books and reading in relegation meant.

 
Torna al fascicolo 
Pàtron editore S.r.l.
tel. 051 767003 - fax 051 768252
info@patroneditore.com
Termini di utilizzo  |  Privacy  |  Accessibilità © Pàtron editore Bologna. Tutti i diritti sono riservati