login
  http://www.patroneditore.com

via Badini 12 - Quarto Inferiore - 40057 Granarolo dell'Emilia - Bologna
Telefono: +39 051 767003 Fax: +39 051 768252
P.Iva IT00599901204 - Registro delle Imprese Bologna 03162660371

  La rivista
  Come acquistare
  Cerca Articoli
  Come contattarci
  Le nostre Riviste
  Libri
  ISSN: 2240-3604
Anno: 2012
Numero: 1
Fascicolo: 1/2012
Prezzo: 14.00 €
Rivista:
TECA
Autori:
Cavagna A. G. 
Articolo:
Ŧč gran fatica di memoria ā ricordarsi de’ libriŧ. I cataloghi
Abstract:

L’elenco e la lista (di elementi vari, oggetti concreti oppure concettualità astratte) sono una forma di scrittura enumerativa che, quando sufficientemente strutturata e dunque divenuta catalogo, ha come scopo la registrazione di un elemento per aiutarne il ricordo o il riuso. Il più elevato livello di progettazione formale assunto dal catalogo si riscontra, in età pre-digitale, in campo librario ove il catalogo di libri e di biblioteche ha una storia pressoché plurimillenaria. Il saggio, attraverso un’ampia casistica cronologicamente riferentesi al secondo millennio europeo, presenta una serie di occasioni economiche, politiche, culturali, intellettuali, private o istituzionali, in cui si rese necessario allestire o ricorrere ai cataloghi librari. L’esemplificazione e la contestualizzazione dei molteplici usi del catalogo e delle svariate occasioni di redazione e allestimento, diffusione e circolazione, rende così evidente la sua natura di prodotto culturale la cui storicizzazione consente di coglierne la struttura intellettuale attraverso le sue diversità e peculiarità, finalità e significati.

The index and list of various elements, concrete objects or abstract contents is a form of enumerative writing that, when sufficiently structured becoming a catalogue, has as its purpose the recording of something to remember or reuse. The highest level of formal design taken from the catalogue can be found, in pre-digital age, in the field of library where the catalog of books and libraries has an ancient history. The essay, through a number of examples chronologically referring to the second millennium of Europe’s history, presents a series of events – economic, political, cultural, intellectual, institutional or private – in which it became necessary to prepare or make use of library catalogues. The examples and contextualisation of the multiple uses of the catalogue and of the different events of preparation, distribution and circulation, make evident its nature of cultural product whose historicization allows grasping of the intellectual structure through its diversity and peculiarities, purposes and meanings.

 
Torna al fascicolo 
Pàtron editore S.r.l.
tel. 051 767003 - fax 051 768252
info@patroneditore.com
Termini di utilizzo  |  Privacy  |  Accessibilità © Pàtron editore Bologna. Tutti i diritti sono riservati