login
  http://www.patroneditore.com

via Badini 12 - Quarto Inferiore - 40057 Granarolo dell'Emilia - Bologna
Telefono: +39 051 767003 Fax: +39 051 768252
P.Iva IT00599901204 - Registro delle Imprese Bologna 03162660371

  Trova per:
  Autore o Titolo
  Collane
  Materia
  Riviste
  Newsletter
  Contatti
 
ISBN 9788855534109
formato 15 x 21
pag. 252
anno 2018
Vostro prezzo € 28.00
Campana A.
Eustachio Manfredi e le dinamiche della poesia d'occasione
Materia: Lingua e letteratura italiana
Cultura umanistica e saperi moderni  n. 14

Sommario:

Introduzione - differenze di ispirazione – parte prima: fortune (alterne) del Manfredi – ritualità d’antico regime – la logica delle raccolte: il caso esemplare dei monialia – posizione peculiare della prima Arcadia bolognese – composizione sociale della Renia - parte seconda: schede minime per le Rime di Eustachio Manfredi – il blocco delle disperse/disapprovate (ragioni di uno “scarto”) – natura poetica di Manfredi – Cursus honorum di Manfredi (ragioni di una rinuncia alla poesia) – la posizione del Manfredi scienziato: il problema del “cattolicesimo galileiano” – appendice – indice dei nomi.

Presentazione:

Per Jacopo Martello, in più di una zona del proprio Canzoniere (1710), si svestì dei panni di poeta d’occasione e indossò quelli di lirico stricto sensu (si consideri solo la sua produzione, da petrarchista “affettuoso”, per la morte del figlio Giovanni Battista); il suo amico e sodale Eustachio Manfredi (1674-1739) invece, per una diversa scelta o natura, restò sempre saldamente poeta d’occasione all’interno di miscellanee celebrative, godendo di una fortuna critica, oramai dimenticata, di proporzioni considerevoli (il VXIII secolo lo ritenne un «classico», da imitare al pari di altri grandi della tradizione italiana). Manfredi è quindi un esemplare perfetto per capire al meglio, dopo aver accantonato i nostri gusti e le nostre convinzioni d’oggi, come funzionavano le raccolte occasionali e – più in genere – la società letteraria in tempo arcadico, con particolare riferimento alle fasi crescimbeniana (1690-1728) e lorenziniana (1728-1743).

Pàtron editore S.r.l.
tel. 051 767003 - fax 051 768252
info@patroneditore.com
Termini di utilizzo  |  Privacy  |  Accessibilità  © Pàtron editore Bologna. Tutti i diritti sono riservati