Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Interviste ai ricercatori e tecnologi eletti nei consigli di amministrazione degli Enti pubblici di ricerca

Dal Monte Giovanni Gullà Giovanni
Articolo Immagine
Rivista:
Analysis
Anno:
2018
Numero:
3
Fascicolo:
Analysis N. 3-2018

Open Access Image


Download:

Già prima del Decreto legislativo n. 218/2016 (D.lgs. n. 218/2016) nei Consigli di Amministrazione (CdA) di alcuni Enti Pubblici di Ricerca (EPR) erano presenti componenti eletti dal personale. L’articolo 2 del D.lgs. n. 218/2016 prevede che “Gli Enti nei propri statuti e regolamenti (…) assicurano tra l’altro, (…) la rappresentanza elettiva di ricercatori e tecnologi negli organi scientifici e di governo degli Enti.”. A due anni circa dall’entrata in vigore del richiamato decreto legislativo, la previsione legislativa, come avviene spesso nel nostro Paese, non ha ancora trovato la sua piena attuazione; ciò anche in ragione di una poco decisa definizione delle concrete modalità operative, lasciate in larga parte alla decisione degli Enti interessati, o meglio a quella dei loro vertici. Pur in presenza di un disegno ancora incompleto per una serie di ragioni che non sono trattate in questa nota, sono comunque presenti in un numero significativo di Consigli di Amministrazione di vari EPR ricercatori e tecnologi eletti dal personale o dai soli ricercatori e tecnologi. L’indubbia positività della presenza della componente elettiva nei CdA ci ha spinti a chiedere a dodici colleghi, attualmente componenti eletti nei CdA, di rispondere ad alcune domande che vorrebbero far emergere, nel contesto attuale, il contributo che possono effettivamente dare al governo degli EPR. Hanno risposto alle domande che abbiamo proposto otto colleghi di sei Enti, fornendo, a nostro avviso, uno spaccato molto interessante e significativo. Nella nota sono proposte, per ognuna delle domande, le risposte nella forma completa con cui sono state fornite dai colleghi, sia per dar conto dettagliatamente delle diverse realtà degli EPR, sia al fine di dare ai lettori la possibilità di proporre proprie considerazioni, alimentando il dibattito sull’argomento. Al contempo, per ogni domanda è proposta una sorta di sintesi, corredata, ove se ne presenta l’opportunità, di alcune considerazioni e commenti generali. Il qualificato “stato dell’arte”, desumibile dalle risposte fornite dai colleghi, consente di presentare nelle conclusioni alcune riflessioni e alcuni spunti di discussione che possono contribuire a far emergere le azioni da intraprendere, in particolare da parte delle comunità scientifiche interessate, per potenziare e completare il peso degli eletti nei Consigli di Amministrazione per Governo dei rispettivi Enti, sia direttamente sia con il supporto di ulteriori organi di autogoverno. 

Parole chiave: Enti pubblici di ricerca, Decreto legislativo n. 218/2016, Ricercatori o Tecnologi eletti nei Consigli di Amministrazione.

Keywords: Public Research Institutions, Decree n. 218/2016, Researchers members of the executive board.