Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Alexander the Great, the Cavemen, and Fleas the Size of a pršylwn’, in MS Heb. 1087 de Rossi, Parma, of the Hebrew Ma‘aseh Alexandros: A New Hypothesis for Interpreting an Italo-Romance Zoonymic Loanword

NISSAN EPHRAIM
Articolo Immagine
Rivista:
Quaderni Di Filologia Romanza
Anno:
2017
Numero:
25
Fascicolo:
Quaderni Di Filologia Romanza N. 25/2017

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Un manoscritto ebraico (MS Heb. 1087 de Rossi, Parma) conserva la sola copia che esista delMa‘aseh Alexandros, testo composto non oltre la metà del secolo XII, e che racconta le gesta diAlessandro magno in base allo Pseudo-Callisthene. In un episodio, Alessandro dà fuoco ad unaforesta facendone fuggire dei giganti, le cui caverne poi visita, trovandovi cani giganteschi epulci grosse quanto pršylwn’. Siccome l’originale greco qui ha βατράχους saltanti, Flusser inteseil prestito lessicale romanzo zoonimico pršylwn’ come denotante una rana, *froscelin da unteutonico frosc. Quell’ipotesi non regge. Piuttosto, si intenda il tipo lessicale porcellone, con lawith c pronunciata come [ʃ], la vocale o della forma tipo pronunciata come [ə] (quale la si trovanell’Italia centro-orientale), e con -a finale per il femminile o per il plurale. Nel Ma‘aseh Alexandrosscarseggiano i nomi romanzi per consentire ulteriori inferenze sull’area italianad’origine, ma quando si riferisce che Alessandro si sarebbe recato ad Akragas (Agrigento, Girgenti)in Sicilia, la città viene chiamata ’grqntws (Agraqantos).
Parole chiave: Manoscritti ebraici medievali di provenienza italiana - zoonomia italiana -pršylwn’ - gesta di Alessandro Magno - David Flusser.

A Hebrew manuscript (MS Heb. 1087 de Rossi, Parma) preserves the only extant copy ofMa‘aseh Alexandros, itself written at the latest by the middle of the 12th century, relating thegests of Alexander the Great, and based on Pseudo-Callisthenes. In one episode, Alexanderburns a forest and causes giants (Rephaim) to flee, then he visits their caves, and finds there giganticdogs and fleas as large as pršylwn’. As the Greek original has jumping βατράχους here,Flusser interpreted the Romance zoonymic loanword pršylwn’ as denoting a frog, *froscelin